Per i Pazienti


Ricevo su appuntamento a Firenze in Via XX Settembre 78Per contattarmi e fissare un appuntamento è possibile scrivermi una mail oppure chiamarmi al numero 3280328188.

Ricevo su appuntamento anche a San Giovanni in Persiceto (Bo), in Piazza Sassoli numero 4. Lo studio è situato accanto alla Piazza centrale del paese che offre ampie possibilità di parcheggio.

studio cristina di loreto

20160419_174013

20160412_164557

Scegliere di rivolgersi a uno Psicologo non è semplice; sono molte le domande che ci si pone, soprattutto la prima volta.

“Ci sarà un lettino su cui stare distesi ? Un pendolo da fissare per cadere in ipnosi? Si piangerà o ci saranno momenti difficili da riempire?”

 

In questa sezione spero di fare un po’ di chiarezza.

 

Lo Psicologo è un laureato che secondo l’attuale riforma universitaria ha conseguito una laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche e una successiva laurea Magistrale (biennio) che può avere diversi indirizzi ( lavoro, generale, clinica e della salute, sviluppo). La laurea in Psicologia è condizione necessaria ma non sufficente ad essere Psicologo, bisogna effettuare un anno di tirocinio post-lauream e sostenere esuperare l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Psicologo. Superato l’Esame ci si può iscrivere all’Albo degli Psicologi che tutela i pazienti da abusivismi e condotte non deontologiche.

Tra i professionisti della salute mentale non esiste solo lo Psicologo e per i nostri pazienti sta diventando sempre più difficile scegliere tra le diverse professionalità che il mercato offre, ecco perchè ritengo opportuno fare qualche puntualizzazione.

 

  • Psicologo: La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la
    prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico
    rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito.
    (Legge 56 dell’ordinamento della professione)

  • Psicoteraputa: In Italia l’attività dello psicoterapeuta è regolamentata dall’ ex articolo 3 della Legge n° 56 del 18 febbraio 1989 (Ordinamento della professione di psicologo), che obbliga il professionista a conseguire una specializzazione post universitaria in psicoterapia, presso una scuola di specializzazione pubblica (universitaria) o privata riconosciuta dal Ministero dell’Università. A tali scuole possono accedere solo i laureati in psicologia o medicina iscritti ai rispettivi Albi professionali.

  • Psichiatra: Nell’ordinamento italiano lo psichiatra è un laureato in medicina e chirurgia con specializzazione post-lauream in psichiatria, quindi è prima di tutto un medico: può prescrivere farmaci generici e/o psicofarmaci con regolare ricetta medica e richiedere e valutare esami clinici.

  • Counselour: Se il Counselor non è uno Psicologo iscritto all’Albo è una figura in Italia non ancora regolamentata, pertanto può essere rischioso affidarsi alle sue cure. Lo Psicologo è iscritto al relativo Ordine Regionale che prevede sanzioni fino alla sospensione o al radiamento in caso di condotte scorrette verso il paziente che risulta in questo modo tutelato e protetto, tutela  e protezione che una professione non regolamentata non può garantire.

 

 

Quando chiamare lo psicologo?

In seguito ad un avvenimento doloroso che non si riesce a fronteggiare o superare, in un momento di difficoltà che non si gestisce come si vorrebbe o di fronte a una scelta controversa.  In generale in tutti quei casi in cui non  si è soddisfatti e appagati dalla propria vita o in cui non ci si sente sereni nella relazione con se stessi, con il mondo o con gli altri.

Nello specifico:

  • In seguito al lutto di una persona cara;
  • Dopo la fine di una relazione o durante una relazione problematica;
  • Per scegliere la propria direzione (orientamento lavorativo o scolastico);
  • Periodi di stress e ansia;
  • Momenti di umore basso e monotono;
  • Difficoltà nella relazione con il proprio corpo;
  • Difficoltà di relazione con parenti, amici e colleghi;
  • Per prendere una decisione difficile (cambiare scuola o città, continuare ad investire in una relazione o terminarla, accettare o lasciare un lavoro…);
  • Disturbi psicosomatici;
  • Problemi di autostima e autoefficacia;
  • In molte altre situazioni che possono rendere la vita complicata e pesante da affrontare.